ORIGINI è un vino fruttato, minerale e speziato nato grazie al recupero delle vecchie vigne, allevate secondo il sistema detto a “Maggiorina

Tale forma d’allevamento storica, esistente da secoli in Alto Piemonte, è costituito da tre viti, sostenute da otto pali di castagno, che si sviluppano ai quattro punti cardinali. L’architetto Antonelli (progettista della "Mole Antonelliana") perfezionò la campanatura dei pali di sostegno, ottenendo una struttura autoportante molto più resistente ai carichi di uva.


Tradizionalmente in queste vigne venivano piantate  differenti uve, soprattutto a bacca nera, di varietà autoctone.

Se la completa lavorazione manuale in tutte le fasi fenologiche del vigneto,  dopo gli anni cinquanta ha portato i contadini ad abbandonare questo tipo di allevamento, nel suo recupero si vuole preservare una parte significativa del patrimonio storico viticolo del nostro territorio.


Potenziale di maturazione: 2-10 anni

Grado alcolico: dai 12% ai 13,5%

Vinificazione: Raccolta i primi di ottobre. Fermentazione e macerazione sulle bucce per circa una settimana in tini aperti con un rimontaggio al giorno. Dopo la pressatura, permanenza in vasca d’acciaio  per un anno. A fine estate, imbottigliamento.

 

Annata 2015: prodotte  2388 bottiglie 0,75

Grado alcolico: 14%

 

foto di Stefano Butturini

 

ORIGINI BIANCO nasce nel 2018 dalla curiosità edi vinificare l'uva bianca presente sul territorio. Ottenuto attraverso la macerazione sulle bucce per quasi due settimane, il vino, dal profumo floreale e dal colore dorato intenso, esprime salinità e struttura di un'uva che è espressione di un suolo ricco di mineralità. Maggiori dettagli nella scheda allegata.


Documenti Allegati
avanti
indietro