L' Albero degli Auguri 2013 con GiĆ² Crippa

 

Per essere albero

devi imparare, almeno una volta, a essere ombra.
Per essere albero devi avere la vita che ti scorre dentro,
confonderti tra i colori di mondi che vivono altrove. Per essere albero devi saper essere foglia e radice
sfidare il vento, nasconderti dentro la terra.
Saper crescere attorno ai cerchi concentrici della memoria
come il segno di tempi che si rincorrono lungo la vita.
Per essere albero, per essere davvero albero,
devi saperti protendere al cielo, saper parlare da sola alla luna,
saperti guardare nel riflesso di un fiordo,
seguire lo scorrere della vita a fianco del fiume.
Come una sequenza ininterrotta di storie da raccontare.

Guatan Tavara

 

L'Albero degli Auguri, anche quest'anno è stato realizzato dall'Artista cusiano Gio' Crippa. A lui va il nostro ringraziamento, per la gentilezza e la disponibilità dimostrata, la stessa che lo scorso anno ha trasformato un atto creativo in un pensiero germinativo.  L' Albero degli Auguri 2012 con Giò Crippa

 

Giovanni Crippa
Scultore, ceramista, land artista cusiano, si è formato in Francia e Inghilterra. Dopo una lunga parentesi toscana, negli anni ’90, è tornato sul lago d’Orta dove attualmente risiede.
Appassionato di antichi mestieri, ha fondato l’associazione “Arti visive Granerolo” per la gestione di attività laboratoriali con adulti, minori e disabili.
Dal 2011 coordina, con la moglie Michela, lo spazio espositivo “Aglaia Arts & Crafts” ad Omegna.
Numerose le partecipazioni a mostre personali e collettive, così come le realizzazioni di opere ed installazioni permanenti in spazi pubblici.
“Infaticabile ricercatore dei linguaggi della terra, esplora i saperi tradizionali ed unisce alla sensibilità del XX secolo la tradizione ancora viva degli antichi mestieri. Le sue opere testimoniano la presenza dell’uomo sulla terra e l’inevitabile coinvolgimento con la natura”.

torna agli eventi
avanti
indietro