benvenuto cantine del castello boca doc eventi arte itinerari curiosità principi diVini raccolta di immagini link contatti
 
News

Eventi:
DICEMBRE 2010




In Vino VeritArs

------------------
MAPPA del sito

CATALOGO
vini
golosità
confezioni regalo
idromele

eliXir

Arte e Vino


2° serie etichette d'artista di Mauro Maulini

Pieni d'Artista

registrati

Inserisci la tua email per essere informato sulle nostre attività

email

 

asilo bianco

an open space for contemporary culture

rifugio relax natura architettura benessere riciclo osservatorio sogno energia tradizione arte paesaggio atmosfera poesia ecologia musica restauro dono giardinaggio racconto turismo didattica esplorazione bianco avvistamento medicina gastronomia territorio anima memoria identità

L'Asilo Bianco è uno spazio aperto alle esperienze di vita e di cultura contemporanea. Qui sono ospitate le idee libere e si esplicano nelle diverse tonalità del bianco. Il bianco è la sintesi di tutti i colori, la chiave possibile del sogno. In questo luogo l'abbandono diviene raccolta. Stracci, idee, plastica, libri, fotografie, ricordi, esistenze ed oggetti tralasciati perché ritenuti inutili, divengono i preziosi scampoli di vita.
Il nostro gruppo di agitatori culturali lavora attorno alle tematiche dell'ambiente, del riciclo e dello sviluppo sostenibile.
Stiamo costruendo un osservatorio ideale all'interno del quale accogliere persone che fondano le proprie attività sul confronto assiduo con i territori, le storie, le poetiche e i pensieri spuri del mondo dei migranti, allo scopo di accendere un dibattito attorno al futuro comune da costruire e alle libertà individuali da conquistare. L'Asilo Bianco è un appello a tutti coloro che vogliono collaborare alla costruzione attiva e simbolica di una sensibilità per l'ambiente, l'arte e la memoria dei luoghi.

Questo progetto nasce ad Ameno, un paese sul lago d'Orta come migliaia di altri paesi che hanno perduto la propria identità. In un paesaggio da fiaba, in una città ideale ricca di magici scorci, di facciate barocche, di sassi umidi di Medioevo, gli abitanti e gli sporadici villeggianti, ereditieri di un passato troppo grande per essere ricordato, hanno dimenticato la storia della quale le nobili dimore trascurate, le chiese serrate, i giardini secolari verdeggianti, i cortili di pietra, i vicoli in ombra, il paesaggio incolto, le antiche vie carraie assalite dal bosco, i cascinali abbandonati, gli affreschi scrostati sono testimonianza viva.
In uno scenario surreale, dove si è perduta la coscienza di un mondo ricco di visioni, tra muri alti e camelie secolari, tra cappelle votive e viandanti in cerca di un silenzioso orto dell'anima dove trovare ristoro, in un vuoto del pensiero disarmante, paradigma di tutti i vuoti, nel persistente profumo delle vite trascorse, coacervo di passioni, l'Asilo Bianco pone un seme di rinascita e ribellione.



EVENTI
fotogallery

Sabato, 23 luglio 2005
STUDI APERTI
Enrica Borghi, Angelo Molinari, Riccardo Sinigaglia, Fausta Squatriti
ore 11.00-18 .00

TERRA CRUDA
Laboratorio di Tea Taramino
ore 10.00-17.00

Domenica, 24 Luglio 2005
STUDI APERTI
Enrica Borghi, Angelo Molinari, Riccardo Sinigaglia, Fausta Squatriti
ore 11.00- 18.00

Inaugurazione mostra
ore 18.00
Piero Gilardi e Tea Taramino
TRASMUTAZIONI
Spazio Museale di Palazzo Tornielli - Ameno

Performance di barbarauccelli
POST_IT
ore 19

segue rinfresco
SudTirol marketing - Pasticerria Giglio Bianco, Borgomanero - Cantine del Castello Conti, Maggiora

in collaborazione con il Comune di Ameno



TERRA CRUDA
Workshop condotto da Tea Taramino

La terra dell'Asilo Bianco sarà la base per costruire una relazione creativa con il luogo e le persone che lo animano.
Creta di Castellamonte, argilla grigia, caolino, pigmenti in polvere, petali di fiori secchi, erba, paglia, segatura, cera, olio di lino cotto, olio di lino crudo sono i materiali che si mescoleranno con la voce della terra di Ameno.

"Siamo tante piccole parti di un corpo, di un'idea" Come momento di introduzione i presenti saranno invitati a saggiare diverse mescolanze di terra, argille, pigmenti, petali di fiori, paglia con aggiunta di cera e olio. Essi potranno così produrre tanti campioni di lavoro: palline, cubetti, tesserine, ecc. in relazione al proprio gusto e piacere della ricerca.
Queste realizzazioni saranno poi accolte da un fazzoletto di terra (proveniente dall'Asilo Bianco) che sarà collocato nel museo e lì saranno composte dal gruppo in un disegno dettato da criteri di forma e colore concordati insieme.

"Siamo aperti, siamo chiusi..." Ogni partecipante sarà invitato a realizzare un recipiente per l'acqua lasciando emergere la forma dalle personali consapevolezze e possibilità corporee e dall'interiorità. Agglomerando terre diverse con altri materiali per formare il blocco su cui agire ognuno dovrà impiegare il registro della forza fisica e per far affiorare dal buio, quella forma: il contenitore che lo rispecchia potrà operare sul registro della sensibilità alle percezioni sottili.
Anche i contenitori saranno disposti in una stanza del museo e riempiti d'acqua.

L'iniziativa è indirizzata ad adulti e bambini per un massimo di dieci persone. Il gruppo dei partecipanti, oltre ad acquisire alcune modalità e pratiche di manipolazione della terra, potrà sperimentare la creazione di oggetti simbolici attraverso la proposta di esercizi che richiederanno momenti di operatività in assenza della vista.

A conclusione del laboratorio ci sarà un'occasione di elaborazione teorica dell'esperienza con il contributo dell'artista Piero Gilardi.



POST_IT
Performance di barbarauccelli

Il nome della perfomance nasce dall'interazione del pubblico attraverso messaggi scritti lasciati dagli stessi durante l'esibizione. La passione di rose rosse, la nascita simulata, il messaggio trascritto velocemente sui post_it sono la chiave per dialogare con il mondo onirico ma allo stesso tempo aggressivo della danza di barbara. La perfomance crea una distanza metafisica con lo spettatore attraverso una costruzione geometrica realizzata in tessuto trasparente all'interno della quale si anima il suo corpo.



MOSTRA "TRASMUTAZIONI"
PIERO GILARDI & TEA TARAMINO

Spazio Museale di Palazzo Tornielli - Ameno
dal 24 Luglio al 21 Agosto 2005
ven-sab-dom dalle 15.30 alle 19.30

"....una riflessione più generale ci ha infine portato a considerare come anche oggi l'acqua infine sia un bene essenziale per l'umanità e per la sua sopravvivenza. La mancanza d?acqua è una delle cause cruciali della miseria abissale del terzo mondo, sulla primarietà del bisogno dell'acqua si fondano credenze, miti leggende che si riflettono nelle rappresentazioni artistiche di tutte le civiltà e di tutte le etnie...." Maggio 2004-Piero Gilardi & Tea Taramino

La mostra si presenta con cinque installazioni che si snodano nella prime sale museali creando un percorso coinvolgente e invitando il visitatore a partecipare in modo attivo alla fruizione delle opere.
Alcune delle opere in mostra sono state create per il museo civico di Casa Cavassa a Saluzzo. Il tema dell'acqua riproposto ad Ameno, sul lago d'Orta, interpreta lo spirito del luogo. La mostra presenta inoltre due installazioni interattive, "Corvino" e "Affacciandosi al profondo", che rappresentano la possibile fruzione simbolica dello splendido paesaggio naturalistico che circonda il piccolo abitato.
Le ultime due sale del museo sono dedicate all'esposizione dei lavori realizzati durante il workshop "Terra Cruda" tenuto da Tea Taramino.

Le opere esposte

prima sala : "Corvino" - Piero Gilardi, 1994 - scoglio sonoro-interattivo

seconda sala : "Affacciandosi al profondo" - Piero Gilardi & Tea Taramino, 2004 - Installazione interattiva con realtà virtuale e apparato video informatico

sala principale : "Trasmutazione delle acque" - Piero Gilardi & Tea Taramino, 2004 - Installazione interattiva, rame, poliuretano espanso apparato elettrico e idraulico
"Contro Corrente" - Piero Gilardi & Tea Taramino, 2005 - Installazione in carta, tarlatana e materie plastiche
"Legame di Sangue" - Tea Taramino, 2003 - Installazione luminosa

Asilo Bianco - via Riccardo Zanoni 17 - 28010 - Ameno - Novara - Italy - Tel e Fax +39 (0)322 998534 info@asilobianco.it